LA POESIA È UNA COSA VECCHIA

La poesia è una cosa vecchia Vecchia più dell’uomo ahimè Antica come lo sciabordio delle onde Come il canto degli uccelli e come lo stormir Del vento fra le fronde Questo componimento è strettamente legato ad un'altra poesia, che puoi leggere qui.  Muoiono i poeti ma non muore la poesia perché la poesia è infinita …

Annunci

NOTTE

Notte. Notte, fai tardi e troppo presto ti allontano e ti aspetto L’assenza di luce non è che un pretesto eppure Ho paura di guardare nel buio. Affrettati del resto notte e nella trasparenza Di un sogno fa’ che io ti veda A viso aperto Di nuovo notte. Dove sono spariti i giorni?Io mi dissolvo …

LA NATURA – ATOMISMO E MATERIALISMO

Giunto fino a noi grazie all'intervento di Poggio Bracciolini, il poema di Lucrezio riprende e rivoluziona, allo stesso tempo, atomismo ed epicureismo, sintetizzando una modernissima concezione della natura, che travalica il suo tempo e giunge sino ad influenzare autori come Nietzsche e Leopardi.

8 MARZO – IL VERO, IL FALSO E IL GENDER GAP

L’8 marzo di ogni anno ricorre la Giornata internazionale delle donne (comunemente detta anche “festa della donna”), giornata istituita per celebrare le conquiste e per riflettere sulle discriminazioni, ancor oggi operanti in maniera tangibile, che riguardano la questione femminile. Su questa data graverebbe un’importante ipoteca, in particolare quello che sembra essere un falso storico: l’incendio …

QUELLO CHE DIRANNO DI NOI GLI STORICI FUTURI

Talvolta penso a quello che diranno di noi gli storici futuri. Per l'uomo moderno, basterà una sola frase: fornicava e leggeva giornali. Dopo questa definizione lapidaria, l'argomento, direi, sarà esaurito. [A. Camus, La caduta, La chute, Gallimard, 1956, p. 9]