IL POTERE SOVRANO E LA NUDA VITA LEGGERE AGAMBEN AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Giorgio Agamben, filosofo e accademico contemporaneo, è, in tempi di Covid-19, una delle poche (se non pochissime) voci fuori dal coro a mio parere degne di essere ascoltate. Un pensatore raffinato e, per certi versi, eterodosso, che merita di essere letto e riletto, soprattutto quando sembra, come oggi, che lo stato di eccezione sia diventato la regola.

LA POTENZA DEL NON FINITO

Una poesia, un racconto devono certo avere un inizio, ma la fine, la compiutezza, è necessaria all'arte? Due vie per rispondere.Sì, se l'arte deve trasformarsi in tecnica, lo scritto in libro, la voce in discorso. No, se l'arte vuol essere creazione e l'artista un dio.[Acu] Un’ogiva nostalgica                  Si finge cerchio punto di coincidenza …

IL LUOGO DELLA POESIA

Non cercate di prendere i poeti perché vi scapperanno tra le dita.[A. Merini] Dove sei? Dove trovarti se non risuonano i tuoi passi? Dove se non tintinna ai miei orecchi la tua voce? Nella vita alberghi e nell’amore…ma come si può scorgere l’assurdo nell’oscuro e come si può udire il silenzio nell’abisso? Nella pausa silenziosa …