CUORE D'INFERNO

D'inverno il tuo cuore poche parole gelate e ti congedifiamma d'estate il mio e d'inferno non credi alle parole rocheinframezzate dal pianto che ti è noto chiusa la porta amore non dovrò aspettarti raccolgo le foto schiacciate sotto ai tuoi piedi o dio superno siedi e dimmi che non sono morta

DELLA VITA E DELLA MORTE

E si raggelano le labbra quando dico “io”: è stata profanata la tomba di un defunto. Cade una pietra nel mare del Nord e ciò che segue, in tutto simile a ciò che è stato, non è che un testo lapidario. So che sei stanco, ma la marea mai lo sarà. Il mare inghiotte ogni …

NESSUNA SCUSA

Così non abbiamo né dietro di noi né davanti a noi, nel luminoso regno dei valori, giustificazioni o scuse. Siamo soli, senza scuse. Situazione che mi pare di poter caratterizzare dicendo che l'uomo è condannato a essere libero. [ Jean‑Paul Sartre, L'esistenzialismo è un umanismo ] L’uomo è solo e senza scuse [Sartre]. L’uomo vive una …